2° e 8° posto per BrainDTech e IMS nella Call di Regione Lombardia

Bio4Dreams News

Più di 1,9 milioni di euro per i progetti MYEYE e Pain-RELife

BrainDTech e IMS Istituto di Management Sanitario, due realtà del network, grazie alla partecipazione alla Call Hub, Ricerca e Innovazione Regione Lombardia – Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) 2014-2020 Asse 1/Azione I.1B.3 con i progetti MYEYE e Pain-RELife, si sono aggiudicate rispettivamente il 2° e 8° posto e un finanziamento a fondo perduto di oltre 1,15 milioni di euro.

Progetto MYEYE

MYEYE (Multphase discoverY platform for EYE diseases) ha l’obiettivo di disegnare il primo hub internazionale finalizzato all’accelerazione dei lavori preclinici mondiali sulle patologie oculari.

Tramite piattaforme innovative e fisiologicamente rilevanti in vitro ed ex vivo e nuovi biomarcatori trasversali per le varie fasi, MYEYE permetterà di accelerare la parte preclinica dello sviluppo di farmaci per malattie oculari fino alla fase 1b.

Ottimizzare le varie fasi precliniche di sviluppo di nuovi farmaci per le malattie dell’occhio, permetterà, inoltre, di velocizzare e rendere più efficiente il processamento delle molecole candidate sia per le malattie largamente diffuse che per quelle rare.

Grazie all’applicazione di nuove tecnologie proprietarie, BrainDTech svilupperà nuovi biomarcatori nel settore oftalmico. Questo permetterà di acquisire un importante set di dati che arricchirà anche il database interno dell’azienda.

MYEYE risponde a questo bisogno integrando competenze d’avanguardia con un approccio multidisciplinare, volto alla crescita di collaborazioni scientifiche tra realtà d’eccellenza lombarde ed italiane e centri di ricerca internazionali.

MYEYE si caratterizza, quindi, come un polo d’eccellenza internazionale, basato in Lombardia, per la ricerca preclinica nel settore oftalmico, favorendo lo sviluppo di sistemi di condivisione e cooperazione della ricerca e della conoscenza scientifica, nonché la crescita e la competitività nel settore stesso.

2° posto e finanziamento di oltre 1 milione di euro a BrainDTech

Il progetto, coordinato da Dompé Farmaceutici, è arrivato 2° nella classifica complessiva della call, con 97 punti. Il costo totale è pari a € 7.218.950 con € 1.014.000 a carico di BrainDTech S.p.A., di cui € 608.000 a fondo perduto.

Progetto Pain-RELife

Il progetto Pain-RELife, introdurrà diverse innovazioni tecnologiche che permetteranno di mettere a sistema le competenze cliniche di eccellenza presenti sul territorio e le imprese in grado di fornire strumenti innovativi e modelli di business sostenibili, per garantire il supporto al paziente con dolore cronico.  Grazie a un approccio innovativo che integra tutta la filiera della salute e promuove la trasformazione digitale dei percorsi di cura integrati, si potrà rispondere con maggiore efficienza al bisogno di continuità della cura dei malati cronici.

Verrà inoltre implementato e validato un “Big-Data HUB” che costituirà la base per progetti di sviluppo scientifico e renderà più competitivo il network di organismi di ricerca e aziende coinvolti.

Nell’ambito del progetto si analizzeranno nuovi modelli di business per la gestione domiciliare dei pazienti con dolore cronico, così da sviluppare in modo progressivo e duraturo l’efficacia e l’efficienza dell’ecosistema Pain-RELife e la sua struttura tecnologica.

IMS Istituto di Management Sanitario S.r.l. si occuperà della reingegnerizzazione e digitalizzazione dei processi di cura del paziente con dolore cronico, stratificando i percorsi assistenziali a seconda delle patologie sottostanti.

Pain-RELife, quindi, rappresenterà un esempio virtuoso di continuità tra le istituzioni di cura, di ricerca e le aziende che forniscono servizi ai pazienti affetti da dolore cronico.

8° posto e finanziamento di 907mila euro a IMS

Il progetto, coordinato da IEO Istituto Oncologico Europeo, è arrivato 8° nella classifica complessiva della call, con 92 punti. Il costo totale è pari a € 5.430.117,51 con € 907.000 a carico di IMS Istituto di Management Sanitario S.r.l., di cui € 544.000 a fondo perduto.