Labs2Life, la startup che progetta e gestisce laboratori di ricerca condivisi

Bio4Dreams Startups

Labs2Life startup laboratori di ricerca condivisi

Laboratori di ricerca condivisi per sgravare i ricercatori degli aspetti tecnici, logistici e organizzativi. Questa la mission della startup Labs2Life.

Per una startup un fattore chiave per massimizzare la valorizzazione dei propri asset, e quindi acquisire concretezza, avere maggiori possibilità di successo nello sviluppo dell’idea imprenditoriale e nella ricerca di finanziamenti, è quello di avere una Proof of Concept (PoC), ovvero dei risultati di validazione preliminari della propria idea.

Nell’ambito delle Life Sciences arrivare a una PoC significa affrontare un percorso, a volte lungo e complesso, che prevede sfide da condurre in laboratorio con importanti impegni in termini di risorse umane e strumentali, con costi in costante crescita, che richiede investimenti significativi.

Questo pone le startup, soprattutto nella fase early-stage, di fronte a un disequilibrio tra gli investimenti richiesti per produrre i risultati sperimentali e il valore del progetto in sé, rappresentando un’importante barriera allo sviluppo.

L’idea dei laboratori di ricerca condivisi nasce proprio come risposta a questa situazione: offrire spazi di laboratorio già attrezzati, ma configurabili on demand, che possono essere utilizzati da diverse realtà per il tempo necessario alle specifiche esigenze di ricerca.

Tale modello, che parte da importanti esperienze in USA, sta sempre più diffondendosi in Europa, e Bio4Dreams, per prima, ha avviato alcuni progetti in Italia, già oggi in fase realizzativa.

Con questo approccio la startup, sgravata dai molteplici oneri di gestione del laboratorio, ora in carico al gestore degli spazi, può così focalizzarsi sui propri obiettivi di ricerca.

Ma se può risultare relativamente semplice progettare spazi di co-working per attività di ufficio tradizionali, non lo è altrettanto per attività di laboratorio, molto più eterogenee e articolate: ricerca, analisi, controlli di qualità, diagnostica, sistemi di protezione dei risultati, etc.

Come è possibile organizzare un laboratorio di ricerca condiviso?

Per ospitare una realtà di laboratorio, per prima cosa occorre avere a disposizione, o meglio ancora progettare, strutture adeguate con caratteristiche tecniche e di sicurezza rispondenti alle norme e in grado di soddisfare esigenze, anche molto differenti tra di loro, in termini di strumentazioni, infrastrutture tecnologiche e servizi specialistici.

La progettazione, lo sviluppo e la gestione di spazi condivisi di laboratorio, devono seguire precisi standard tecnici e possedere requisiti qualitativi elevati per garantire le caratteristiche di una realtà di lavoro che, necessariamente, deve stare al passo con i tempi sia in termini di attrezzature sia di logica del processo di lavoro.

In secondo luogo, è fondamentale riuscire a comprendere le esigenze di scienziati e ricercatori, traducendole in soluzioni accessibili che garantiscano funzionalità, modernità e innovazione tecnologica.

Labs2Life: nata in laboratorio per i laboratori

Labs2Life nasce proprio per questo: fornire soluzioni gestionali e servizi per i laboratori di ricerca condivisi garantendo tempestività, efficienza, professionalità e competenza, ponendosi come unico interlocutore per una gestione flessibile e dinamica degli aspetti tecnici, logistici e organizzativi. La missione è quindi sgravare il ricercatore o il responsabile di laboratorio da tutti questi oneri di gestione.

Alle spalle di questa realtà – insieme a una consolidata rete di partner tecnici – c’è l’esperienza di professionisti provenienti dal mondo del laboratorio, profondi conoscitori dei meccanismi e criticità di questo mondo, che lavorano da molti anni al fianco di ricercatori, scienziati e medici per individuare e sviluppare le soluzioni ottimali.

Labs2Life vuole andare oltre il concetto di tradizionale fornitore di servizi, configurandosi piuttosto come partner di crescita e di sviluppo di nuove sinergie.

I servizi e i destinatari

Nello specifico i servizi di Labs2Life si configurano in tre macroaree:

  • gestione dei laboratori, quali la logistica, i contratti di manutenzione, la gestione degli accessi, i servizi ambientali, la gestione dei rifiuti e la reperibilità impianti;
  • servizi per la salute e sicurezza, quali l’incarico di responsabile del servizio prevenzione e protezione (RSPP), le valutazioni rischio specifiche e la stesura di documentazione di valutazione dei rischi (DVR), di piani formativi, gli adempimenti per la salute e la sicurezza dei lavoratori (SSL) e la medicina del lavoro;
  • consulenza e progettazione, quali la progettazione, la valutazione di progetti, gli studi fattibilità, la collaborazione con componenti ingegneristiche (autorità, definitivo, esecutivo, direzione lavori) e dell’Industria 4.0.

Tra i destinatari di questi servizi Istituzioni locali, IRCCS, ospedali, centri di ricerca, laboratori di analisi, enti pubblici, industria, eccetera.

“Let us jumpstart your laboratories”

Claudio Gattuso, Co-founder Labs2Life

Scopri di più su Labs2Life e sulle altre startup del nostro ecosistema.